Produrre acqua salata per acquario marino

articolo in costruzione

Vi racconto la mia esperienza che immagino sia quella di molti.

Produrre acqua salata per un acquario marino non è così complicato soprattutto se ci si attrezza e non ci si fa prendere dalla paranoia di non raggiungere la giusta salinità dell’acqua. Ecco cosa occorre:

Acqua osmotica acquistata in negozio oppure impianto per la produzione in proprio di acqua osmotica

Rifrattometro

Sale marino

Un termoriscaldatore

Un misuratore TDS (total dissolved solid = solidi totali disciolti. I solidi totali disciolti sono l’insieme di tutti i materiali presenti nell’acqua che vogliamo togliere con il nostro sistema osmosi. La misurazione viene indicata in ppm, ovvero parti per milione)

Un secchio o una bacinella con capienza in base a quanta acqua si vuole produrre per il cambio d’acqua programmato

Opzionali ma utili:

Una pompa di movimento

Per produrre acqua osmotica ci sono moltissime soluzioni in commercio ma io vi dico quale uso io, una delle più economiche ma con l’affidabilità del marchio Askoll. La produzione di acqua osmotica meriterebbe interi capitoli ma con questo sistema si ottiene un acqua quasi pura, per mia esperienza con un acqua del rubinetto molto dura con DTS superiore a 250 arrivo a un risultato di 009, quindi accettabile.

Il rifrattometro è strumento indispensabile per misurare la salinità dell’acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *